Vorrei portare la mia testimoninza sulla efficacia della Medicina Omeopatica sia a tutti coloro che soffrono per motivi di salute sia a quei medici che, attraverso i media denigrano ancora oggi, devo dire con mia grande sorpresa, l' Omeopatia come valido metodo di cura.

Credo che la testimonianza di un paziente sia inconfutabile soprattutto per chi , come il sottoscritto , ha sperimentato sulla propria pelle  sia la medicina allopatica che quella omeopatica.
Oggi ho 51 anni e circa 30 anni fa ho sofferto di calcolosi renale. Avevo un calcolo grosso come una oliva poco al di sotto del bacinetto renale. Il migliore urologo della mia citta', Napoli, mi disse che era talmente grande che l' unica soluzione  per eliminarlo era una operazione chirurgica.
Ero depresso e la cura in atto non sortiva alcun effetto anzi i farmaci mi stavano ulteriormente indebolendo: decisi di provare la medicina omeopatica e dopo circa 6 mesi  espulsi naturalmente il calcolo, un nocciolo di oliva fatto  di ossalati di calcio.
Da allora in poi mi sono sempre curato omeopaticamente  e non solo non ho piu' avuto disturbi renali ma ho  eliminato con successo anche altri malanni   di cui cito solo alcuni  dei piu' significativi: periartrite scapolo omerale alla spalla sinistra, distorsione al ginocchio destro , infezione gastrointestinale contratta in viaggio .
L' Omeopatia , che ebbi la fortuna di incontrare  sempre a Napoli presso la LUIMO, la prima scuola di Omeopatia in Italia, presenta una importante peculiarita' spesso ignorata o  peggio sottovalutata che e ' quella di curare con un rimedio, a dose ultramolecolare ,sperimentato sull' uomo sano e di prescrivere un solo rimedio alla volta contrariamenta alla medicina allopatica dove vengono usati indistintamente per tutti innu