Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il sito www.medicofuturo.org fa uso dei cookie. Il loro impiego prevalente è legato a motivi tecnici e di funzionamento del sistema.

Le informazioni raccolte dai cookie non hanno lo scopo di identificare l'utente personalmente, ma contengono dati generali sulle impostazioni del computer, il sistema operativo, l'indirizzo IP e i tempi di navigazione sul sito web.

Le informazioni raccolte possono essere utilizzate in forma aggregata per l'attività di marketing e di analisi dell'uso del sito web.

Cosa sono i cookie

I cookie sono stringhe di testo di piccola dimensione, inviate da un server ad un web client (un'informazione memorizzata dal sito web, visitato nel computer del navigatore).

Vengono impiegati, in generale, per ricordare le preferenze, i dati e le informazioni di navigazione dei visitatori su quel particolare sito web, ma non contengono dati personali.

L'uso dei cookie

La maggior parte dei browser Internet accetta i cookie automaticamente, ma è possibile modificare le impostazioni del browser, per cancellare i cookie o impedire l'accettazione automatica.

All'utente del sito viene consentito di rifiutare l'uso dei cookie. Se l'utente rifiuta l'uso dei cookie, la possibilità di fornire servizi personalizzati sarà limitata. In tale ultimo caso alcune occorrenze del Sito potrebbero non funzionare correttamente ed alcuni dei servizi non essere disponibili.

Di seguito una serie di link alle guide per le impostazioni relative ai cookie dei principali browser.

Internet Explorer: http://support.microsoft.com/kb/278835

Internet Explore [versione mobile]: http://www.windowsphone.com/en-us/how-to/wp7/web/changing-privacy-and-other-browser-settings

Chrome: http://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en-GB&answer=95647

Safari: http://docs.info.apple.com/article.html?path=Safari/5.0/en/9277.html

Safari [versione mobile]: http://support.apple.com/kb/HT1677

Firefox: http://support.mozilla.org/en-US/kb/Enabling%20and%20disabling%20cookies

Blackberries: http://docs.blackberry.com/en/smartphone_users/deliverables/32004/Turn_off_cookies_in_the_browser_60_1072866_11.jsp

Android: http://support.google.com/mobile/bin/answer.py?hl=en&answer=169022

Opera: http://www.opera.com/browser/tutorials/security/privacy/

Si ricorda che, disabilitando i cookie nel proprio browser, queste impostazioni si applicano a tutti i siti web e non solo a questo.

Tipi di cookie

Esistono due tipi di cookie:

cookie di prima parte (o proprietari): soggetti e leggibili dal solo dominio, che li ha creati;

cookie di terze parti: soggetti e creati da domini esterni a quello, che stiamo visitando.

E possono essere

di sessione (o temporanei): si eliminano alla chiusura del browser;

persistenti: restano memorizzati come file, anche dopo la chiusura del browser e si eliminano dopo un certo periodo di tempo prestabilito.

Per maggiori informazioni su cookie visita: http://www.cookiecentral.com.

I cookie e medicofuturo.org

Il sito medicofuturo.org utilizza cookie, di diverse tipologie, per finalità e scopi molteplici:

cookie di prima parte, per le statistiche web (eseguite sulla base di dati aggregati e anonimi);

cookie di terza parte, per gli strumenti di condivisione delle pagine e per i servizi legati ai social media.

Per informazioni sui plug-in sociali di Facebook, visita https://www.facebook.com/about/privacy/your-info-on-other.

Eventuali modifiche a questa politica saranno pubblicate in questa sezione ed entreranno in vigore all'atto della pubblicazione. L'uso continuato del sito web costituisce accettazione di tali cambiamenti.

testimonianze

Il medico allopata a cui fare una…

Aveva solo 4 anni mio figlio quando era arrivato al...

Leggi tutto...

Omeopatia... questa sconosciuta fino a pochi mesi…

Alla tenera età di 51 anni mi sono avvicinata alla...

Leggi tutto...

La testimonianza di un paziente è inconfutabile!

Vorrei portare la mia testimoninza sulla efficacia della Medicina Omeopatica...

Leggi tutto...

Una cittadina racconta

«Cos'è la malattia?  Io sono considerata una persona malata, anzi...

Leggi tutto...

Non so come, ma con l'Omeopatia mi…

Vorrei qui testimoniare che benché io non sappia come sia...

Leggi tutto...

Sei medico e fai ricerca? Sei un paziente e vuoi far conoscere la tua esperienza? Hai una testimonianza da condividere?

Invia il tuo articolo che sarà valutato dal comitato scientifico della LUIMO...

Leggi tutto...

Omeopatia... questa sconosciuta fino a pochi mesi fa!

Alla tenera età di 51 anni mi sono avvicinata alla medicina omeopatica più per  disperazione che per convinzione. Da sempre dipendente dai farmaci  per tutto (emicranie, problemi gastro-intestinali, problemi di natura ginecologica...) sono stata molto male lo scorso autunno-inverno. Mi è stata diagnosticata una tiroidite acuta virale legata ad una malattia auto-immune

(ma non mi è stato mai detto quale anche perchè nessuno è riuscito ad individuarla) che mi provocava dolori terribili a tendini e cartilagini e che mi impediva una corretta attività motoria...altri farmaci, tra i quali dosi elevate di cortisone ed anti infiammatori. Tante analisi, tanti medici di varie specializzazioni! Io sempre super attiva ridotta al nulla più. Sono arrivata a dire ai miei genitori che se fossi rimasta in tali condizioni avrei preferito morire! Dopo quattro mesi di cure senza miglioramenti, anzi..!.mi convinco ad andare al Centro Luimo di Napoli (spinta da un amico medico e da mio marito, medico anche lui) Incontro una persona meravigliosa che è la dottoressa Alma Rodriguez: tranquilla, dolce! Mi fa parlare di tutto, mi visita...(come non mi capitava da quando era bambina con il mio adorato pediatra, uomo d'altri tempi già 45 anni fa) rimango nel suo studio per quasi due ore, mi da un rimedio. Vado via affascinata da lei, ma ancora scettica verso il rimedio da lei suggeritomi tanto che la mia considerazione è:"peccato che non è un medico tradizionale perchè in tal caso avrei seguito sen'altro la sua cura senza indugio". Compro, comunque, subito tutto (non so perchè) e per altri DUE MESI continuo ad affidarmi alla medicina tradizionale. Intanto oltre al fisico sempre più debilitato (stanca, gonfia per il cortisone, senza forza alcuna) ho il morale completamente distrutto, sono abulica e piena di angosce! E mio marito mi ripete ogni giorno: perchè non provi?
Non vedendo via d'uscita mi dico: ma che mi farà provare anche la medicina omeopatica? la dottoressa, laureata in medicina e chiururgia, così intelligente e sicura di ciò che mi suggeriva avrà delle valide motivazioni..perchè non ascoltare i suoi consigli visto che mi è tanto piaciuta? E per fiducia verso la dottoressa ma  scettica più che mai nei riguardi della omeopatia inizio la cura a fine marzo!!!
Oggi sono stata dalla dottoressa per una visita di controllo! sono un'altra, ma un'altra non solo rispetto a quando stavo male ma anche rispetto a sempre. Ho ripreso tutte le mie forze, i dolori sono spariti quasi completamente, faccio ginnastica tre volte a settimana, ho ripreso ad andare a cavallo, non ho più fastidi alla tiroide (non potevo neanche girare il collo) Ma ancora e ben più importante: ho imparato ad amarmi e a prendermi cura del mio fisico e del mio spirito. Faccio in modo di non stressarmi, sono attenta all'alimentazione, dormo tranquilla, ho una gran voglia di vivere e penso a quante cose vorrei e potrei fare ancora, sono più paziente e diponibile, meno vendicativa e pronta a perdonare...insomma ho inziato una nuova vita non ho solo scoperto un rimedio specifico ai miei malanni. Ora mi sembra impossibile partire per un viaggio senza aver prima preparato la borsa "delle medicine", mi sembra impossibile vivere senza prenderne e stare bene! Soltanto oggi parlando con la dottoressa mi sono resa conto che per la prima volta da anni è arrivata la primavera senza che io abbia fatto la mia cura per la gastrite!!! Gastrite? Me ne ero addirittura dimenticata. E non è suggestione perchè ero talmente scettica!!!
Omeopatia...questa sconosciuta fino a pochi mesi fa! Grazie, ma grazie soprattutto alla dottoressa che con la sua dolcezza ha saputo prendermi per il verso giusto per "salvarmi". Se non avessi avuto subito fiducia in lei forse non mi sarei mai avvicinata a questa scienza. Oggi nel salutarla mi sono commossa perchè ho capito che lei ha ragione quando dice che la forza è in noi stessi, che ognuno di noi è un essere diverso da un altro, che è importante trattare il nostro corpo ed il nostro spirito come qualcosa di prezioso. Io avevo perso tutto e grazie a lei ho ritrovato la gioia e la forza di vivere. Ora non ho più paura nè dei malanni nè del resto perchè sono consapevole di "potercela fare"!

 

esperto

Neoplasia vescicale

Buongiorno! Mio marito, 80 anni, e'affetto da neoplasia vescicale dal 2003...

Leggi tutto...

Ossiuri

Buongiorno, mio figlio di 6 anni è recidivo per gli ossiuri. Di...

Leggi tutto...

Una "piaghetta"

Salve, le scrivo perché vorrei informazioni riguardo a un mio "problema": Qualche...

Leggi tutto...

L'alleanza medico-paziente

Buongiorno. Vorrei chiedere delucidazioni sulle conseguenze del rimedio omeopatico affidatomi...

Leggi tutto...

Emorroidi con sanguinamento

Gent. Dottore, ho 44 anni e ho da tempo problemi...

Leggi tutto...

Olismo

autore: Franceso Pungitore
editore: a cura dell'autore Presso Feltrinelli è possibile richiedere ...

Leggi tutto...

L'uomo come opera d'arte

autore: Francesco Eugenio Negro
editore: Franco Angeli

Leggi tutto...

Au delà de nos limites biologiques

autore: Miroslav Radman avec Daniel Carton
editore: Plon Leggendo questo libro mi ...

Leggi tutto...

I doveri della Libertà

autore: Emma Bonino
editore: Laterza Potrebbe apparire strano che un sito come il ...

Leggi tutto...

Il malato immaginario - i rischi di una …

autore: marco bobbio
editore: Einaudi L'onnipotenza della medicina moderna, l'affarismo senza scrupoli, ...

Leggi tutto...

Il Medico del Futuro Oggi
portale di informazione omeopatica

a cura della LUIMO
Libera Università  Internazionale di Medicina Omeopatica

Responsabile:
Dott. Vincenzo Rocco

Organizzazione e redazione:
Dott. Davide Visioli

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.