Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il sito www.medicofuturo.org fa uso dei cookie. Il loro impiego prevalente è legato a motivi tecnici e di funzionamento del sistema.

Le informazioni raccolte dai cookie non hanno lo scopo di identificare l'utente personalmente, ma contengono dati generali sulle impostazioni del computer, il sistema operativo, l'indirizzo IP e i tempi di navigazione sul sito web.

Le informazioni raccolte possono essere utilizzate in forma aggregata per l'attività di marketing e di analisi dell'uso del sito web.

Cosa sono i cookie

I cookie sono stringhe di testo di piccola dimensione, inviate da un server ad un web client (un'informazione memorizzata dal sito web, visitato nel computer del navigatore).

Vengono impiegati, in generale, per ricordare le preferenze, i dati e le informazioni di navigazione dei visitatori su quel particolare sito web, ma non contengono dati personali.

L'uso dei cookie

La maggior parte dei browser Internet accetta i cookie automaticamente, ma è possibile modificare le impostazioni del browser, per cancellare i cookie o impedire l'accettazione automatica.

All'utente del sito viene consentito di rifiutare l'uso dei cookie. Se l'utente rifiuta l'uso dei cookie, la possibilità di fornire servizi personalizzati sarà limitata. In tale ultimo caso alcune occorrenze del Sito potrebbero non funzionare correttamente ed alcuni dei servizi non essere disponibili.

Di seguito una serie di link alle guide per le impostazioni relative ai cookie dei principali browser.

Internet Explorer: http://support.microsoft.com/kb/278835

Internet Explore [versione mobile]: http://www.windowsphone.com/en-us/how-to/wp7/web/changing-privacy-and-other-browser-settings

Chrome: http://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en-GB&answer=95647

Safari: http://docs.info.apple.com/article.html?path=Safari/5.0/en/9277.html

Safari [versione mobile]: http://support.apple.com/kb/HT1677

Firefox: http://support.mozilla.org/en-US/kb/Enabling%20and%20disabling%20cookies

Blackberries: http://docs.blackberry.com/en/smartphone_users/deliverables/32004/Turn_off_cookies_in_the_browser_60_1072866_11.jsp

Android: http://support.google.com/mobile/bin/answer.py?hl=en&answer=169022

Opera: http://www.opera.com/browser/tutorials/security/privacy/

Si ricorda che, disabilitando i cookie nel proprio browser, queste impostazioni si applicano a tutti i siti web e non solo a questo.

Tipi di cookie

Esistono due tipi di cookie:

cookie di prima parte (o proprietari): soggetti e leggibili dal solo dominio, che li ha creati;

cookie di terze parti: soggetti e creati da domini esterni a quello, che stiamo visitando.

E possono essere

di sessione (o temporanei): si eliminano alla chiusura del browser;

persistenti: restano memorizzati come file, anche dopo la chiusura del browser e si eliminano dopo un certo periodo di tempo prestabilito.

Per maggiori informazioni su cookie visita: http://www.cookiecentral.com.

I cookie e medicofuturo.org

Il sito medicofuturo.org utilizza cookie, di diverse tipologie, per finalità e scopi molteplici:

cookie di prima parte, per le statistiche web (eseguite sulla base di dati aggregati e anonimi);

cookie di terza parte, per gli strumenti di condivisione delle pagine e per i servizi legati ai social media.

Per informazioni sui plug-in sociali di Facebook, visita https://www.facebook.com/about/privacy/your-info-on-other.

Eventuali modifiche a questa politica saranno pubblicate in questa sezione ed entreranno in vigore all'atto della pubblicazione. L'uso continuato del sito web costituisce accettazione di tali cambiamenti.

testimonianze

Il medico allopata a cui fare una…

Aveva solo 4 anni mio figlio quando era arrivato al...

Leggi tutto...

Omeopatia... questa sconosciuta fino a pochi mesi…

Alla tenera età di 51 anni mi sono avvicinata alla...

Leggi tutto...

La testimonianza di un paziente è inconfutabile!

Vorrei portare la mia testimoninza sulla efficacia della Medicina Omeopatica...

Leggi tutto...

Una cittadina racconta

«Cos'è la malattia?  Io sono considerata una persona malata, anzi...

Leggi tutto...

Non so come, ma con l'Omeopatia mi…

Vorrei qui testimoniare che benché io non sappia come sia...

Leggi tutto...

Sei medico e fai ricerca? Sei un paziente e vuoi far conoscere la tua esperienza? Hai una testimonianza da condividere?

Invia il tuo articolo che sarà valutato dal comitato scientifico della LUIMO...

Leggi tutto...

L'uomo come opera d'arte

autore: Francesco Eugenio Negro
editore: Franco Angeli

Lo scrivo per prima cosa per essere certo che venga letto con attenzione. Io consiglio a tutti di leggere questo breve saggio di 105 pagine. Consiglio di andarlo a comprare e poi di leggerne una pagina al giorno. E poi portarlo in vacanza e leggerlo sotto l'ombrellone estivo. Consiglio di leggerlo in particolar modo ai medici, agli scienziati, agli artisti e a tutti coloro che si occupano a vario titolo della persona umana, pazienti inclusi.

Secondo. Questo è un saggio che afferma che l'uomo, visto sotto il profilo del medico che si prende cura del proprio paziente deve essere visto come una totalità, un'integrità, un insieme di relazioni tra organi e funzioni interne e di relazioni esterne che determinano la trasformazione del sano in malato. Ed a prestito usa l'arte come strumento esplicativo. Scelta sorprendente, rischiosa, a mio parere perfettamente riuscita. La lettura scorre tra l'analisi di opere d'arte e succede spesso di scambiare la riflessione estetica con quella medica sul senso del vissuto, della morte e della malattia. Perché la riflessione è, al fondo, equivalente. "l'arte non è separata e diversa dalla vita".

Terzo. Umanizzare scienza e scienza medica. Motivazioni delle origini, di scienza che nasce come strumento per la perfezione dell'arte. E come un grande ritorno, una restituzione, l'arte che illumina la scienza, che le porta ispirazione, motivazione. E' la forma di un progetto di ricerca dove quello che si sa è alle spalle e si svela la prospettiva di quello che si vorrebbe sapere davvero. L'essere umano individuale, il malato, non semplicemente la malattia.

Il modo in cui il dr. Francesco Negro scrive, è quello dell'evocazione, lascia sempre un margine alla riflessione, alla fantasia, alla memoria individuale. Ogni capitolo un dipinto (curioso che l'insieme dei sintomi del malato si chiami quadro di malattia) ed un'analogia con la medicina, con il medico che tenta di ricomporre in un'unità i segni, i sintomi, la forma della relazione con il suo paziente. Con la ragione, con il sentire. Con la coscienza, e la scienza. Sapendo che la misura, il contare, l'approssimare statistico della clinica mai darà l'immagine dell'individuo che gli è di fronte.  Mistero dell'insieme: Goya, Picasso, Vermeer, Munch, Leonardo, Van Gogh, quello che la pittura/clinica dice segno/malattia e rivela evocazione/ malato

La prima parte del libro, intitolata riflessioni estetiche dà subito il segno di questo "entanglement" di arte e medicina. In realtà si tratta di (ri)costruire l'essere umano sul piano estetico ed etico. Una definizione filosofica dell'essere. Presupposto necessario per sapere cosa si dipinge/cosa vale la pena di essere guardato nel paziente..... E poi i vari capitoli sulla tecnica: cosa vedere, come vedere, cosa interpretare, cosa svelare. Il segno grafico o pittorico permette allo spettatore di vedere oltre. La donna in azzurro che legge una lettera di Veemer racconta, in una condizione apparentemente neutra, oltre la semplice immagine descrittiva, del tempo che scorre, della sua ansietà ad anticipare cosa ci sarà scritto dopo. Con il segno, con il colore, semplicemente con la luce. Allo stesso modo il medico riduce se stesso se interpreta esclusivamente con spirito naturalistico descrittivo il paziente. "piuttosto, partendo da una predisposizione all'ascolto, come davanti ad un quadro, (deve) attendere che l'opera esprima la propria entità rappresentativa". L'occhio esercitato dall'esperienza scopre nel dettaglio le essenze.

" La grammatica (tecnica) aiuta la messa a fuoco mentale. A questa si deve aggiungere la lettura di un libro sconosciuto, scritto dal paziente. Esperienza, non solo sapere........"ogni vedere ha uno scopo"- dice Malraux. Quello del medico è riscoprire l'uomo......"  Leit motif del libro, convinzione etica, scelta operazionale del medico/artista.

Letto una volta, me lo riporto sotto l'ombrellone quest'estate per rileggerlo.

Presso la LUIMO, il dr. Negro farà una senz'altro più degna presentazione del suo saggio. Data ancora da definirsi. Keep in touch!

Vincenzo Rocco

L'uomo come opera d'arte

Francesco Eugenio Negro

Franco Angeli editore

16 euro

 

esperto

Coxartrosi e Arnica

Gentile Dottore sono affetto da coxartrosi alle due anche (collo del...

Leggi tutto...

Prostatite

Buongiorno, Ho 50 anni e da 2 soffro di disturbi prostatici...

Leggi tutto...

Neoplasia vescicale

Buongiorno! Mio marito, 80 anni, e'affetto da neoplasia vescicale dal 2003...

Leggi tutto...

Ossiuri

Buongiorno, mio figlio di 6 anni è recidivo per gli ossiuri. Di...

Leggi tutto...

Una "piaghetta"

Salve, le scrivo perché vorrei informazioni riguardo a un mio "problema": Qualche...

Leggi tutto...

Olismo

autore: Franceso Pungitore
editore: a cura dell'autore Presso Feltrinelli è possibile richiedere ...

Leggi tutto...

L'uomo come opera d'arte

autore: Francesco Eugenio Negro
editore: Franco Angeli

Leggi tutto...

Au delà de nos limites biologiques

autore: Miroslav Radman avec Daniel Carton
editore: Plon Leggendo questo libro mi ...

Leggi tutto...

I doveri della Libertà

autore: Emma Bonino
editore: Laterza Potrebbe apparire strano che un sito come il ...

Leggi tutto...

Il malato immaginario - i rischi di una …

autore: marco bobbio
editore: Einaudi L'onnipotenza della medicina moderna, l'affarismo senza scrupoli, ...

Leggi tutto...

Il Medico del Futuro Oggi
portale di informazione omeopatica

a cura della LUIMO
Libera Università  Internazionale di Medicina Omeopatica

Responsabile:
Dott. Vincenzo Rocco

Organizzazione e redazione:
Dott. Davide Visioli

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.