Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il sito www.medicofuturo.org fa uso dei cookie. Il loro impiego prevalente è legato a motivi tecnici e di funzionamento del sistema.

Le informazioni raccolte dai cookie non hanno lo scopo di identificare l'utente personalmente, ma contengono dati generali sulle impostazioni del computer, il sistema operativo, l'indirizzo IP e i tempi di navigazione sul sito web.

Le informazioni raccolte possono essere utilizzate in forma aggregata per l'attività di marketing e di analisi dell'uso del sito web.

Cosa sono i cookie

I cookie sono stringhe di testo di piccola dimensione, inviate da un server ad un web client (un'informazione memorizzata dal sito web, visitato nel computer del navigatore).

Vengono impiegati, in generale, per ricordare le preferenze, i dati e le informazioni di navigazione dei visitatori su quel particolare sito web, ma non contengono dati personali.

L'uso dei cookie

La maggior parte dei browser Internet accetta i cookie automaticamente, ma è possibile modificare le impostazioni del browser, per cancellare i cookie o impedire l'accettazione automatica.

All'utente del sito viene consentito di rifiutare l'uso dei cookie. Se l'utente rifiuta l'uso dei cookie, la possibilità di fornire servizi personalizzati sarà limitata. In tale ultimo caso alcune occorrenze del Sito potrebbero non funzionare correttamente ed alcuni dei servizi non essere disponibili.

Di seguito una serie di link alle guide per le impostazioni relative ai cookie dei principali browser.

Internet Explorer: http://support.microsoft.com/kb/278835

Internet Explore [versione mobile]: http://www.windowsphone.com/en-us/how-to/wp7/web/changing-privacy-and-other-browser-settings

Chrome: http://support.google.com/chrome/bin/answer.py?hl=en-GB&answer=95647

Safari: http://docs.info.apple.com/article.html?path=Safari/5.0/en/9277.html

Safari [versione mobile]: http://support.apple.com/kb/HT1677

Firefox: http://support.mozilla.org/en-US/kb/Enabling%20and%20disabling%20cookies

Blackberries: http://docs.blackberry.com/en/smartphone_users/deliverables/32004/Turn_off_cookies_in_the_browser_60_1072866_11.jsp

Android: http://support.google.com/mobile/bin/answer.py?hl=en&answer=169022

Opera: http://www.opera.com/browser/tutorials/security/privacy/

Si ricorda che, disabilitando i cookie nel proprio browser, queste impostazioni si applicano a tutti i siti web e non solo a questo.

Tipi di cookie

Esistono due tipi di cookie:

cookie di prima parte (o proprietari): soggetti e leggibili dal solo dominio, che li ha creati;

cookie di terze parti: soggetti e creati da domini esterni a quello, che stiamo visitando.

E possono essere

di sessione (o temporanei): si eliminano alla chiusura del browser;

persistenti: restano memorizzati come file, anche dopo la chiusura del browser e si eliminano dopo un certo periodo di tempo prestabilito.

Per maggiori informazioni su cookie visita: http://www.cookiecentral.com.

I cookie e medicofuturo.org

Il sito medicofuturo.org utilizza cookie, di diverse tipologie, per finalità e scopi molteplici:

cookie di prima parte, per le statistiche web (eseguite sulla base di dati aggregati e anonimi);

cookie di terza parte, per gli strumenti di condivisione delle pagine e per i servizi legati ai social media.

Per informazioni sui plug-in sociali di Facebook, visita https://www.facebook.com/about/privacy/your-info-on-other.

Eventuali modifiche a questa politica saranno pubblicate in questa sezione ed entreranno in vigore all'atto della pubblicazione. L'uso continuato del sito web costituisce accettazione di tali cambiamenti.

testimonianze

Il medico allopata a cui fare una…

Aveva solo 4 anni mio figlio quando era arrivato al...

Leggi tutto...

Omeopatia... questa sconosciuta fino a pochi mesi…

Alla tenera età di 51 anni mi sono avvicinata alla...

Leggi tutto...

La testimonianza di un paziente è inconfutabile!

Vorrei portare la mia testimoninza sulla efficacia della Medicina Omeopatica...

Leggi tutto...

Una cittadina racconta

«Cos'è la malattia?  Io sono considerata una persona malata, anzi...

Leggi tutto...

Non so come, ma con l'Omeopatia mi…

Vorrei qui testimoniare che benché io non sappia come sia...

Leggi tutto...

Sei medico e fai ricerca? Sei un paziente e vuoi far conoscere la tua esperienza? Hai una testimonianza da condividere?

Invia il tuo articolo che sarà valutato dal comitato scientifico della LUIMO...

Leggi tutto...

Vaccinare i sani per proteggere i malati: una questione etica.

La televisione i social network e i giornali ci hanno comunicato con molta enfasi la notizia del bimbo malato di leucemia deceduto perché i suoi fratelli non erano

stati vaccinati contro il morbillo. La notizia implicava come causa il non obbligo vaccinale: un bambino malato impossibilitato a vaccinarsi è a rischio di morte se coloro che lo circondano non si vaccinano, si ammalano e gli trasmettono la malattia. In sostanza questa morte sarebbe il prodotto di una mancanza fondamentale di solidarietà umana. La pressione mediatica per un evento così triste e duro, mi sembra innanzitutto sia andata sui due fratellini del povero bimbo e sulla famiglia, e mi domando quando potranno mai ristabilirsi di una sentenza senza processo realizzata a soli scopi politici. Ecco, pensando di far bene si distruggono le persone.

 Ma al di là della riflessione triste e banale sui nostri mezzi di comunicazione e suoi nostri politici mi sembra che il punto sia qui importante. La domanda che dobbiamo fare a noi stessi come società è di ordine morale. Cioè quale ampiezza deve avere la solidarietà sociale, fin dove deve dunque arrivare la nostra compassione verso l’altro, quanto dobbiamo dare a lui per poter vivere assieme? Nel caso della malattia, noi diamo ai malati la nostra solidarietà in forma di moneta. Pochissime famiglie sarebbero in grado di affrontare le cure necessarie per il trattamento della leucemia o di qualsiasi altra malattia grave. Negli Stati Uniti, unico paese da cui si possono avere dati attendibili risulta che una cura contro la leucemia costa 100.000 euro circa. Quindi noi siamo disponibili socialmente ad aiutare la famiglia in difficoltà per affrontare le cure del caso.

Ora il nostro Stato ci domanda un’ulteriore sforzo, non sui nostri soldi, no, lo fa sulla nostra salute. Lo Stato dice, vaccinatevi tutti così potremo limitare, ridurre o anche azzerare il rischio che malati immunodeficienti, impossibilitati a vaccinarsi, possano contrarre una qualsiasi malattia infettiva (affrontabile con un vaccino naturalmente). Ora, noi sappiamo con certezza statistica che circa 21.000 casi di effetti avversi alla vaccinazione sono stati segnalati negli ultimi 3 anni all’Agenzia Italiana del Farmaco. Di questi, circa 500 erano gravi e 5 persone sono morte. Ora il problema diventa chiaro. Lo Stato domanda a soggetti sani, in questo caso bambini, di mettere a rischio (anche se numericamente piccolo) la propria salute per proteggere soggetti molto malati e la cui partecipazione alla vita sociale è difficile se non impossibile a causa della malattia di cui sono affetti, almeno fino alla loro guarigione.  E il costo sociale dei 21.000 effetti secondari (ma aumenteranno con certezza con 12 o 13 vaccini obbligatori e almeno 50 applicazioni) sarebbe accettabile.

Io non discuto la spesa realizzata per trattare i malati. Quello che vorrei capire è perché mettere a rischio la propria salute, quando una adeguata politica di gestione di questi casi e informazioni precise potrebbero evitare davvero il caso di cui parliamo. Capirei se l’obbligo vaccinale fosse realizzato in caso di urgenza, di epidemia. Ma l’epidemia deve essere una vera epidemia, centinaia di migliaia di persone affette o perlomeno il rischio deve essere reale. Forse è soltanto convinzione personale, ma ritengo che con una adeguata politica di attenzione alle popolazioni questi effetti secondari dei vaccini si possano e si debbano limitare. Voglio soltanto dire che in un paese sviluppato come l'Italia, una attenta anamnesi e un accurato insieme di test dovrebbero essere in grado di scongiurare il rischio di un effetto secondario da vaccino. Ad esempio controllare i bambini per le allergie senza contentarsi di fare vaghe domande ai genitori (quando vengono poste), verificare la storia dei piccoli pazienti, analizzare attentamente lo stato di salute, dovrebbero tutte essere procedure obbligatorie, specialmente quando si tratta di eradicare una malattia epidemica e si chiede un potenziale sacrificio alla popolazione. Le politiche vaccinali invece sono stupide e brutali. Obblighi, coercizioni e poca attenzione. Eppure, se siamo capaci di spendere 100.000 euro per un malato di leucemia, perché non siamo in grado di spenderne 500 per verificare attentamente la tollerabilità al vaccino di un neonato? I sani non valgono quanto i malati? Cosa stiamo facendo della nostra specie? Invece di difendere le forze giovani e sane e di curarle con attenzione, approfittiamo della loro salute indifferenti al loro futuro? Nessuno sembra accorgersi della direzione contorta che certe politiche sanitarie possono comportare.  

News dalla LUIMO

esperto

Coxartrosi e Arnica

Gentile Dottore sono affetto da coxartrosi alle due anche (collo del...

Leggi tutto...

Prostatite

Buongiorno, Ho 50 anni e da 2 soffro di disturbi prostatici...

Leggi tutto...

Neoplasia vescicale

Buongiorno! Mio marito, 80 anni, e'affetto da neoplasia vescicale dal 2003...

Leggi tutto...

Ossiuri

Buongiorno, mio figlio di 6 anni è recidivo per gli ossiuri. Di...

Leggi tutto...

Una "piaghetta"

Salve, le scrivo perché vorrei informazioni riguardo a un mio "problema": Qualche...

Leggi tutto...

Olismo

autore: Franceso Pungitore
editore: a cura dell'autore Presso Feltrinelli è possibile richiedere ...

Leggi tutto...

L'uomo come opera d'arte

autore: Francesco Eugenio Negro
editore: Franco Angeli

Leggi tutto...

Au delà de nos limites biologiques

autore: Miroslav Radman avec Daniel Carton
editore: Plon Leggendo questo libro mi ...

Leggi tutto...

I doveri della Libertà

autore: Emma Bonino
editore: Laterza Potrebbe apparire strano che un sito come il ...

Leggi tutto...

Il malato immaginario - i rischi di una …

autore: marco bobbio
editore: Einaudi L'onnipotenza della medicina moderna, l'affarismo senza scrupoli, ...

Leggi tutto...

Il Medico del Futuro Oggi
portale di informazione omeopatica

a cura della LUIMO
Libera Università  Internazionale di Medicina Omeopatica

Responsabile:
Dott. Vincenzo Rocco

Organizzazione e redazione:
Dott. Davide Visioli

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.